TikTok vuole entrare nel settore della ricerca del lavoro

TikTok sta espandendo il suo raggio d’azione con nuove funzionalità che sono allo studio e l’introduzione di video di durata più lunga. Una delle ultime cose che ci si sarebbe potuti aspettare era però il suo ingresso nel settore della ricerca di lavoro.

(foto: Unsplash)

La popolare app per ragazzi ora infatti consente agli utenti negli Stati Uniti di fare domanda per posizioni lavorative di vario livello, creando un video curriculum di presentazione e taggandolo utilizzando l’hashtag #TikTokResumes.

L’iniziativa fa parte di un programma pilota che durerà fino al 31 luglio e che attualmente conta circa tre dozzine di aziende partecipanti, tra cui Target e Chipotle, oltre a società di media, come Meredith Corporation, Attn e PopSugar. Da segnalare anche la presenza di posizione aperte per lavorare con la squadra Nba dei Detroit Pistons e con la Wwe, la più famosa federazione americana di wrestling.

Il programma si può scoprire sul sito tiktokresumes.com che contiene anche alcuni suggerimenti per l’application e video di esempio. Su questo sito si possono sfogliare gli annunci di lavoro per datore di lavoro e compilare un breve questionario, allegando il link al proprio video. I video dovranno essere pubblici.

“#CareerTok è già una fiorente sottocultura sulla piattaforma e non vediamo l’ora di vedere come la community abbraccerà i TikTok Resumes e aiuterà a reimmaginare il reclutamento e la scoperta del lavoro”, ha detto Nick Tran, Global Head of Marketing di TikTok.

Da quanto si legge sul suo sito web l’azienda vuole aiutare “i membri della nostra comunità che sono alla ricerca di opportunità di lavoro”, incoraggiando gli utenti “a trasformare il loro curriculum cartaceo tradizionale in un curriculum video digitale o in un pitch da ascensore”.

Per ora si tratta di un progetto temporaneo, ma dalla risposta degli utenti si capirà se TikTok ha un futuro anche come concorrente più giovane e innovativo di un social come LinkedIn.

Fonte: Wired

  • Condividi:

Altri articoli di Redazione TheLiquidJournal

Qual è il momento giusto per vendere una startup?

Uno studio della Bocconi prova a identificare i fattori da monitorare per decidere quando è arrivato il momento di fare un’exit

Bvlgari Hotel aprirà anche a Roma nel 2022

Bvlgari Hotels vanta già la proprietà di sei strutture alberghiere del lusso italiano, leader nel mercato di riferimento con ognuna di esse, ora aprirà anche a Roma.

Must Read

Ultimi articoli di Innovazione

Tennis e innovazione, un binomio perfetto

Scoperte scientifiche e tecnologia nello sport hanno cambiato negli ultimi anni il modo di praticare tantissime discipline sportive

Disney+, il nuovo Metaverse di film, fumetti, libri e parchi a tema

L’obiettivo è di unire le storie di film, fumetti, libri e parchi a tema in un unico luogo virtuale: ne ha parlato l’ad Chapek. Il canale sarà la piattaforma Disney+

Startup e notai, il Senato: “Monopolio di fatto”

Il Senato e Confindustria bocciano la scelta del governo di affidare in esclusiva ai notai la costituzione online delle startup. Nannicini (Pd): “Si viola il principio di concorrenza”

Un nuovo “Nord” per OnePlus

Pete Lau, CEO di OnePlus fondata nel 2013 era già vicepresidente di Oppo, entrambi di proprietà di BBK Electonics, a soli 24 anni.