Un nuovo browser a pagamento per navigare sul web in cloud streaming

Esiste un modo per navigare sul web utilizzando un browser che, a differenza dei suoi colleghi, non mette a dura prova i laptop meno perfomanti facendogli consumare la batteria drasticamente o rallentandoli non appena si apre una scheda di troppo: è stato escogitato dalla startup Mighty, ed è un browser web che vive nel cloud.

Il logo di Mighty browser in cloud (immagine: Mighty)

Invece di avere un browser fisicamente installato sul proprio computer utilizzato per interagire con i siti web, Mighty propone un servizio in abbonamento mensile per eseguire in streaming un browser web remoto. Il browser in realtà risiede nel cloud, ovvero in un server apposito, collegato a internet grazie a una connessione ultraveloce da 1 Gbps. Utilizzando il browser di Mighty la propria connessione riceve, nella pratica, un boost di velocità facendo si che i siti web si carichino all’istante e che le web app più intense funzionino più fluidamente.

A differenza dei browser più popolari, la soluzione del browser in cloud permette a quest’ultimo di non monopolizzare la Ram, la Cpu, la Gpu o di prosciugare la batteria del portatile quando è in funzione. Questo fa si che, indipendentemente dal numero di schede aperte contemporaneamente, l’unica cosa su cui il proprio pc lavora è lo streaming video del browser. In parole povere, questa soluzione è l’equivalente di Netflix per la navigazione web.

“La maggior parte delle persone desidera un’esperienza in cui il sistema operativo sottostante e l’applicazione (il browser ndr) interagiscano perfettamente senza dover domare due esperienze desktop“, ha spiegato Suhail Doshi, fondatore di Mighty, a Hacker News.

La startup ha detto di stare lavorando per implementare la crittografia per i dati dell’utente e per le sequenze dei tasti. Inoltre prossimamente eliminerà i cookie e gli annunci che distraggono la navigazione.


Fonte: Wired

  • Condividi:

Altri articoli di Redazione TheLiquidJournal

Tennis e innovazione, un binomio perfetto

Scoperte scientifiche e tecnologia nello sport hanno cambiato negli ultimi anni il modo di praticare tantissime discipline sportive

Qual è il momento giusto per vendere una startup?

Uno studio della Bocconi prova a identificare i fattori da monitorare per decidere quando è arrivato il momento di fare un’exit

Lo smart working non è tutto rose e fiori, lo conferma Andrea Toselli amministratore delegato di PwC Italia

Lo smart working, la modalità di lavoro agile che ha permesso a numerose aziende di non bloccare le loro attività e vedere i proprio numeri calare, non comporta soltanto un aumento della produttività al 4% e del PIL del 1,2%.

Must Read

Ultimi articoli di Innovazione

Il tavolo touch screen per sfidarsi (anche in remoto) a oltre 50 giochi in scatola

Grande successo per Infinity Game Table, lanciato su Kickstarter: in pochi giorni ha raccolto 750.852 euro (l’obiettivo era circa 42.000). Si tratta di un piano con schermo e connessione wifi per sfidarsi a oltre 50 giochi in scatola

Microsoft HoloLens per trattare i pazienti affetti da Covid 19

In Nuova Zelanda in collaborazione con il SIT (Southern Institute of Technology) un istituto sta sperimentando il trattamento infermieristico su pazienti affetti da Covid in un ambiente sicuro e controllato.

Rumors online sui prossimi modelli iPhone

I "dummy" per le prossime uscite di casa Apple

Il 5G sta ancora combattendo per affermarsi, ma Samsung pubblica già al White Paper per il 6G

Il 5G è ancora al centro delle polemiche degli scettici ma l’innovazione e il cambiamento non chiedono il permesso, Samsung è già proiettata al 2028 e all’iper-connessione.