Facebook mette sotto sorveglianza i gruppi che diffondono fake news politiche

Per rallentare ulteriormente la diffusione di fake news che tentano di minare la legittimità dei risultati delle elezioni presidenziali statunitensi, Facebook ha deciso di mettere sotto sorveglianza alcuni gruppi in cui vengono pubblicati troppi post che violano le sue regole.

Non importa se il gruppo è pubblico o privato. Se più post violano gli standard, Menlo Park obbligherà i moderatori del gruppo ad approvare manualmente ogni singolo post. La misura verrà applicata per 60 giorni senza che gli amministratori del gruppo possano presentare un ricorso per annullare la punizione.

Il centro informazioni sul voto su Facebook e Instagram informerà gli utenti del conteggio dei voti (foto: Facebook)


“Stiamo temporaneamente richiedendo agli amministratori e ai moderatori di alcuni gruppi politici e sociali negli Stati Uniti di approvare tutti i post, se il loro gruppo ha una serie di violazioni degli standard della xomunità da parte dei membri”, ha spiegato il portavoce dell’azienda Leonard Lam al Washington Post. Secondo Lam, Facebook ha deciso di adottare questa misura “per proteggere le persone durante questo periodo che non ha precedenti”.

Gli amministratori verranno informati quando il gruppo riceverà le restrizioni e quando queste saranno revocate. Durante questi due mesi di sorveglianza, Facebook monitorerà da vicino il modo con cui gli amministratori gestiscono i post. Il social network potrebbe arrivare persino a oscurare il gruppo, se questo continuasse a consentire la pubblicazione di contenuti offensivi o fake news.

Questa sorta di “libertà vigilata” è solo l’ultima delle contromisure adottate dalla società per frenare la diffusione delle teorie di complotto legate ai brogli elettorali propagate dal presidente uscente Donald Trump nel corso dello spoglio elettorale che ha consegnato allo sfidante democratico Joe Biden la vittoria.

Oltre ad aver bloccato il gruppo Stop the Steal 2020, che con più di 360mila iscritti stava diffondendo in maniera virale l’infondata teoria, Facebook ha adottato delle misure per rendere più difficile individuare tali informazioni e tuttora ha mantenuto in vigore il divieto di pubblicare annunci politici.


Fonte: Wired

  • Condividi:

Altri articoli di Redazione TheLiquidJournal

“The Italian Way” reshoring ed e-commerce, uno studio di Unicredit

Lo studio di Unicredit che stato presentato a Napoli, mostra che nel 2020 la filiera della Moda italiana subirà delle perdite comprese tra il 20% e il 25%.

Meta chiude il suo portafoglio digitale per criptovalute

Dopo una travagliata avventura di tre anni, la casa madre di Facebook dice addio al progetto Novi, anche se intende proseguire con i pagamenti digitali nel metaverso

La fiducia è la chiave per una ripresa solida

A maggio sono ripartite attività e servizi, c’è stato un aumento della domanda che per quanto esiguo ha contribuito ad un recupero da parte dell’offerta.

Must Read

Ultimi articoli di Trend / Lifestyle

Fifa 21 contro Pes 2021: chi vince la sfida in attesa delle next gen?

La sfida tra i due giochi di calcio che da anni monopolizzano il settore si rinnova anche quest’anno

Si moltiplicano gli attacchi di phishing legati ai mondiali in Qatar

Gli esperti mettono in guardia i tifosi contro le finte notifiche da parte della Fifa

Con i forum, Discord vuole tornare agli anni Novanta

La nuova funzionalità Forum Channels della piattaforma riprende molte caratteristiche dei forum del vecchio web

Venezia 2020: un segnale di fiducia da parte di un modello rispettato da tutto il mondo

La mostra di Venezia è un segnale di ripresa per il pubblico e per tutto il mondo del cinema. Giunto alla 77esima edizione dal 2 al 12 settembre