L’OCSE presenta lo studio sullo sviluppo della Blockchain nell’ecosistema italiano

Recentemente è stato pubblicato lo studio condotto dall’ OCSE sullo sviluppo della Blockchain nell’ecosistema italiano, comprendendo tutte le implicazioni che questa nuova tecnologia potrà avere sullo sviluppo delle Startup e PMI innovative del nostro Paese.

L’Italia è il primo Paese europeo a finanziare uno studio di questa portata e ciò dimostra l’attenzione da parte del MiSE nell’affiancare e agevolare lo sviluppo di una tecnologia tanto utile alle imprese italiane per guadagnare sempre più competitività.

In riferimento alla studio pubblicato lo scorso 10 settembre, vengono presentate novità in campo normativo, includendo politiche pubbliche e privacy policy analizzate sulla base di esperienze extra-nazionali.

Lo studio si inserisce nel lavoro per la definizione del documento finale sulla Strategia Italiana per la Blockchain e i Registri distribuiti, la cui consultazione pubblica è giunta a termine lo scorso luglio.

Il Sottosegretario Mirella Liuzzi, afferma che il rapporto certifica l’impegno del MiSE verso le soluzioni tecnologiche più all’avanguardia e poichè l’industria della Blockchain italiana è in rapida crescita occorre assecondare tutti i processi di sviluppo che possano fungere da elemento propulsore per una crescita economica sempre più rapida e lungimirante.

Bisogna sorreggere le realtà imprenditoriali più innovative e puntare su di esse, agevolandole soprattutto normativamente in modo da poter dare inizio ad un effetto domino che possa coinvolgere sempre più Startup e PMI innescando crescita e innovazione.

Nella visione strategica si mira a rendere l’Italia un punto di riferimento sia per l’adozione tecnologica che per la digitalizzazione, rivestendo un ruolo di primo piano nella regolamentazione del mercato italiano di riferimento.


  • Condividi:

Altri articoli di Redazione TheLiquidJournal

Wikipedia avrà un servizio a pagamento riservato alle big tech

A metà di quest’anno arriverà un nuovo servizio a pagamento riservato alle società tecnologiche che attingono dati dall’enciclopedia online. E che da quel momento dovranno iniziare a pagarli

Ora la moda si converte agli showroom in realtà virtuale

Ferragamo, Versace, Max Mara e altri marchi, anche grazie all’italiana Hyphen, stanno cavalcando la rivoluzione digitale con l’introduzione di processi e tecnologie all’avanguardia

Tim è una delle grandi aziende che inizia a programmare nel medio termine la modalità di lavoro “agile” dei suoi dipendenti.

Sono stati siglati due differenti accordi sindacali da parte di Tim per regolamentare le modalità di svolgimento dello smart working.

Must Read

Ultimi articoli di Economia

L’inventore del web ha venduto il suo codice sorgente come Nft per 5,4 milioni di dollari

L’anonimo acquirente di Tim Berners-Lee ha ottenuto un certificato di proprietà per quattro oggetti digitali e un totale di 10mila righe di codice

Fondo nazionale Biotech: il governo taglia 400 milioni

Un decreto del Mise stabilisce la restituzione dei fondi a Invitalia, che si impegna a usarli a sostegno dell’occupazione

I trend che cambieranno bitcoin e criptovalute nel 2021

Dal ruolo di Facebook e Diem (ex Libra) agli investimenti delle finanziarie fino alla crescita delle stablecoin: ecco i fenomeni da tenere d’occhio

La globalizzazione: metamorfosi e innovazione, declino e rinascita

La pandemia ha avuto effetti devastanti sul sistema economico, la crisi che ne è derivata è passata rapidamente dal lato dell’offerta al lato della domanda.